Blog

HomeRealizzazioniSegnaletica turistica: paesaggi del benessere in Val di Chiana

Segnaletica turistica: paesaggi del benessere in Val di Chiana

Il territorio dei 10 comuni della Val di Chiana senese (corrispondente ai Comuni di Cetona, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, Pienza, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena, Trequanda), è caratterizzato dalla presenza di eccellenze naturalistiche e dell’opera dell’uomo che concorrono alla definizione di paesaggi unici e preziosi. Non solo bellezza del paesaggio, ma benessere come qualità della vita al wellness delle terme, dall’eccellenza dei vini a strade bianche rese celebri dal cinema. (fonte: Tuscany insight)

La nostra ultima realizzazione in ambito di segnaletica turistica, si inserisce proprio in questo splendido contesto.

Si tratta della realizzazione ed installazione di 2 tipologie di dispositivi di segnaletica, previste dal progetto preliminare “Paesaggi del Benessere”.

Nello specifico abbiamo realizzato una serie di LEGGII e CAMERE OTTICHE, entrambe in corten (48 leggii + 11 camere ottiche).
Gli elementi progettati hanno la funzione di “segnale” e riportano sulla parte grafica la numerazione che si riferisce alla posizione dell’elemento rispetto all’itinerario completo. È stato inoltre previsto lo spazio per l’inserimento di un QR code (non ancora inserito) per rimandare a ulteriori info sul portale.
In più è stato inserito il logo “paesaggi del Benessere” come elemento di identificazione dei dispositivi presenti sul territorio.

Il leggio è stato pensato per adattarsi a contesti urbani dove la dimensione dell’elemento si inserisce in modo discreto all’interno di contesti storici.
La struttura presenta un pannellino graficato dotato di prigionieri sul retro, per grafica monofacciale in formato A5 verticale.

La Camera ottica, invece, è stata pensata per essere posizionata in punti strategici (preferibilmente in aree aperte) ed ha la funzione di inquadrare scorci di paesaggio. Il dispositivo è costituito da un palo centrale, munito di piastra alla base (dimensioni indicative 40×40 cm) e di un lamierino sagomato per la gestione della grafica bifacciale.